Imperfetta

Ho una voce che per un attimo spaventa, è leggermente rauca ma diventa cristallina quando esplode incontrando le tavole del palcoscenico .
E’ triste e si confonde con l’odore delle quinte intessute di polvere e velluto.
Ho anche le mani e quelle non oso fermarle mi guidano e mi parlano vanno oltre la mia voce.
Imperfetta nella cadenza così è.

Maria Cutugno

_MG_0665-1

Ricordo il vento

 

Ricordo il vento,
le nubi cariche di pioggia,
il nero delle ombre e l’anima sospesa.

Ricordo il sibilo di una voce amica,
il pugno inferto e la sfiducia raccolta
tra uno sguardo nascosto e non svelato.

Ricordo il dono e l’ingenuo volare
tra le pieghe sofferte di un amore macchiato e poi violato.

Ricordo e poi ti vedo,
ingenuo il tuo sentire,
te ne stai li accoccolato, pronto a spiccare il volo tra il vento e le tue nubi
oramai
scariche di pioggia.

Maria Cutugno

alberi
Le colline al vento – acquerello – cm.35,5×51 – carta 300 gr. – di Maria Cutugno

Perla

PENELOPE 46
Penelope — foto di Claudio Rancati

Eppure ogni uomo uccide ciò che egli ama ,
e tutti lo sappiamo:
gli uni uccidono con uno sguardo di odio,
gli altri con delle parole carezzevoli,
il vigliacco con un bacio,
l’eroe con una spada!

 

Gli uni uccidono il loro amore, quando sono ancora giovani,
gli altri quando sono gia vecchi,
certuni lo strangolano con le mani del desiderio,
certi altri con le mani dell’oro,
i migliori si servono d’un coltello, affinchè
i cadaveri più presto si gelino.

Si ama eccessivamente o troppo poco,
l’amore si vende o si compra,
talvolta si compie il delitto con infinite lacrime,
tal’altra senza un sospiro,
perchè ognuno di noi uccide ciò che ama
eppure non è costretto a morirne.

da “The Ballad Of Reading Gaol”
di Oscar Wilde

Eri tutto

Matrimonio di sera
Matrimonio foto di Maria Cutugno

Eri tutto

mentre io ero niente.

L’arcobaleno spontaneo

mentre ti insegnavo la vita.

Eri tutto

mentre io ero niente.

Il gesto immediato

mentre mi nascondevo cauta.

Eri tutto

mentre io ero niente.

La sera e il tramonto

l’alba e il mattino.

Eri tutto

mentre io ero niente.

Ti importa ?

No.