Naviglio di sera 

Naviglio di sera che l’occhio mio curioso accogli .

Vortice di pensieri nell’immaginario poetico     di lei che ti viveva.

Confusione di finestre affacciate sui viaggi di ciascuno.

Ridi di sera mentre di giorno ti duole il cuore.

Non temi la notte che sempre ti fa compagnia mentre lenta come l’acqua scorre .

Alle luci dell’alba ti prendo . Sarà l’attimo di silenzio che precede il frastuono.

Così ti amerò .

Maria Cutugno

naviglio
lungo il naviglio – Acquerello – carta 300 gr. cm.35,5×51

Che Befana !

LA BEFANA (G.Rodari)
Voglio fare un regalo alla Befana

La Befana, cara vecchietta,

va all’antica, senza fretta.

Non prende mica l’aeroplano

per volare dal monte al piano,

si fida soltanto, la cara vecchina

della sua scopa di saggina

è così che poi succede

che la Befana… non si vede!

Ha fatto tardi fra i nuvoloni,

e molti restano senza doni!

Io quasi, nel mio buon cuore,

vorrei regalarle un micromotore,

perché arrivi dappertutto

col tempo bello o col tempo brutto…

Un po’ di progresso e di velocità

per dare a tutti la felicità!

☼ Gianni Rodari