S’inonda il cuore

S’inonda il cuore di leggero e morbido velluto 
sul quale poggiare il capo stanco.

S’apre al mondo lo sguardo

che riflette il candore di una maschera.

S’ allerta l’anima nel sentire

il suono di una voce.

S’inonda il cuore di leggero tremore

felice e sereno si lascia accarezzare dallo Zefiro primaverile

e cavalca l’impeto di Xanto e Balio.

Nulla lo ferma.
 

Maria Cutugno.

Naviglio di sera 

Naviglio di sera che l’occhio mio curioso accogli .

Vortice di pensieri nell’immaginario poetico     di lei che ti viveva.

Confusione di finestre affacciate sui viaggi di ciascuno.

Ridi di sera mentre di giorno ti duole il cuore.

Non temi la notte che sempre ti fa compagnia mentre lenta come l’acqua scorre .

Alle luci dell’alba ti prendo . Sarà l’attimo di silenzio che precede il frastuono.

Così ti amerò .

Maria Cutugno

naviglio
lungo il naviglio – Acquerello – carta 300 gr. cm.35,5×51