Acqua e Colore – omaggio a Pedro Almodóvar

Due acquerelli a tinte forti per coniugare i colori e le forme care a Pedro Almodovar e alla sua poetica di memoria e appartenenza. Amo il cinema e in particolare quello spagnolo: forte, carnale, eppur sempre mediterraneo e sul filo di un profano mescolato sapientemente al sacro. Fin da ragazzina ho apprezzato e ammirato la capacità di Pedro Almodovar di tradurre in immagini a tinte forti le emozioni legate alla sua terra, la sua capacità di racconta l’universo femminile e quello maschile con una sensibilità velata dal colore delle sue pellicole ma diretta e spontanea, come un cuore che esplode dalla carne viva. Così, naturalmente sono cresciuta con lui e, oggi é la mia
fonte di ispirazione soprattutto nel mio lavoro teatrale. Pedro. Unico. Pedro. Colore e Acqua. Fuoco e Anima. Sacro e profano.

Ricordo il vento

 

Ricordo il vento,
le nubi cariche di pioggia,
il nero delle ombre e l’anima sospesa.

Ricordo il sibilo di una voce amica,
il pugno inferto e la sfiducia raccolta
tra uno sguardo nascosto e non svelato.

Ricordo il dono e l’ingenuo volare
tra le pieghe sofferte di un amore macchiato e poi violato.

Ricordo e poi ti vedo,
ingenuo il tuo sentire,
te ne stai li accoccolato, pronto a spiccare il volo tra il vento e le tue nubi
oramai
scariche di pioggia.

Maria Cutugno

alberi
Le colline al vento – acquerello – cm.35,5×51 – carta 300 gr. – di Maria Cutugno